Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

13 – 19 novembre 2018

Sant’Orsola
“Posata idealmente la prima pietra della rinascita di Sant’Orsola. Ieri mattina il sindaco Dario Nardella ha consegnato i lavori per la copertura dell’ex convento nel cuore di San Lorenzo, che la Città Metropolitana coprirà con un milione di euro”: è quanto riportato da La Nazione il 13 novembre. “Entro la fine dell’anno ci sarà poi il bando di gara per il rifacimento delle facciate, per altri 2,8 milioni di euro”, continua il giornale, che parla anche del progetto di partecipazione di Dipartimento di Architettura, Ordine degli Architetti di Firenze e Santorsolaproject. “Su questo tema, sarà organizzato nelle prossime settimane un confronto aperto alla Palazzina Reale, sede dell’Ordine e della Fondazione Architetti, a cui è stato invitato anche il sindaco Dario Nardella”, annuncia il giornale. “Sant’Orsola è un vuoto urbano in pieno centro, con una storia travagliata che vogliamo però lasciarci alle spalle – spiega Serena Biancalani, presidente dell’Ordine degli Architetti –. Da qui l’idea di dare il nostro contributo”, scrive ancora La Nazione. Anche il Corriere Fiorentino e La Repubblica parlano di questo progetto e riportano le parole di Serena Biancalani.

 

Pitti-Forte
“In Palazzo Vecchio è partito l’iter di variante urbanistica. Che prevede prima la fase istruttoria della Valutazione ambientale strategica (Vai). Ma i tempi cominciano a stringersi e il futuro non sembra più così fantascientifico. Più che una funicolare sarà un ascensore a cremagliera. Una cabina-carrozza che farà parte del percorso museale fiorentino e si arrampicherà da piazza Pitti a Porta San Giovanni, all’ingresso di Forte Belvedere”: inizia così l’articolo che La Nazione dedica alla questione.

 

Tramvia
“O per Natale o per Capodanno. L’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti scongiura altri ritardi e annuncia ieri in Consiglio comunale che la linea 2 della tramvia sarà pronta e aprirà al pubblico per la fine dell’anno”: a riportarlo il 13 novembre è stata La Repubblica.

 

Immobili e tramvia
“Il mattone torna a sorridere a Firenze. E a fare da traino è proprio il sistema tramviario che sta dando nuova linfa a quartieri che per anni sono rimasti schiacciati da lavori infiniti e ingorghi quotidiani. I dati di Fimaa Confcommercio Firenze parlano chiaro: il valore degli immobili situati nei pressi dei binari è cresciuto del 3,5% rispetto al mese di dicembre 2017. Oltre tre punti percentuali che lasciano indietro il centro storico che ha registrato un incremento dello 0,5% e persino dell’Oltrarno, una zona da sempre di grande appeal, dove il segno positivo tocca l’1,4%”: a scriverlo è La Nazione.

 

Aeroporto
Intervista del Corriere Fiorentino a Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze. “È passato un anno dalla manifestazione ‘in giacca e cravatta’ degli industriali per dire ‘Sì aeroporto’, con gli imprenditori megafono alla mano davanti al Vespucci, scesi in strada per la prima volta”, scrive il giornale. “Faremo una nuova manifestazione, a Firenze. In un luogo simbolico, perché c’è la questione dell’aeroporto ma anche quella della Tav e delle infrastrutture in generale. Scenderemo in piazza senza bandiere, chiamando tutte le categoria economiche, i cittadini, i giovani. Per dire sì all’aeroporto, sì alla Tav, sì allo sviluppo, sì al Paese”, dice Salvadori in uno dei passaggi dell’intervista.

 

Alberi in città
“Trecento nuovi alberi in città. Lo annuncia il Comune con i lavori che cominceranno lunedì prossimo, attraverso due differenti serie di interventi (con una spesa complessiva di 450.000 euro) che prevedono la piantumazione dei nuovi alberi, anche in sostituzione di piante in condizioni precarie o cadute per cause climatiche”: ad annunciarlo il 17 novembre è stata La Repubblica. “Intanto da lunedì comincia un’iniziativa no profit della società toscana di Orticultura, in collaborazione con il Lamma e l’università di Firenze, per monitorare gli alberi caduti a seguito del maltempo e fare un database per ottimizzarne la gestione e ridurre i rischi in futuro”, continua il giornale.

DICEMBRE 2018
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16