Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

27 novembre – 3 dicembre 2018

Sant’Orsola
“Rinascita ancora in salita per l’ex convento di Sant’Orsola nel cuore di San Lorenzo. Venerdì scorso sono scaduti i termini previsti dall’ultimo bando indetto dalla Città Metropolitana per presentare proposte di valorizzazione del grande complesso che da decenni aspetta di essere riqualificato e rilanciato. Agli uffici della Città Metropolitana è giunto un solo plico con contenuti che non rispondono ai requisiti minimi richiesti nel bando. D’ora in poi, quindi, la Città Metropolitana prenderà in considerazione una trattativa privata e diretta con chiunque presenti un progetto conforme ai requisiti richiesti”: a scriverlo domenica 2 dicembre è La Nazione.

 

Santo Spirito
“‘Un presepe contro il degrado e la movida molesta’: ecco l’ultima idea della comunità agostiniana di Santo Spirito per vivere la piazza con rispetto”: lo scrive il Corriere Fiorentino, che spiega che “da venerdì 30 novembre una parte del sagrato – dalla porta laterale destra fino al muro del chiostro – verrà chiusa per fare spazio ad un presepe e a due grandi alberi di Natale”. “Abbiamo deciso di provare quest’esperienza per vivere diversamente il sagrato”, dice il priore padre Giuseppe Pagano come riportato sempre dal Corriere Fiorentino.

 

Piazze
“La nuova piazza dell’Isolotto si farà. Dopo cinque anni di trattative, il progetto di ‘restyling’ dell’area è stato approvato ed entro la fine dell’anno sarà indetta la gara di appalto con un investimento di 3milioni e mezzo di euro. A illustrare le novità del piano di riqualifica, tra applausi e interventi al veleno, gli assessori allo sviluppo economico Cecilia Del Re e alla mobilità Stefano Giorgetti”: lo riporta La Nazione. Che, sempre a proposito di piazze, scrive: “Un mercato rionale, un’area giochi per bambini, spazio per esposizioni temporanee. Piazza Nannotti cambia funzioni, colori, luci e apre una via breve verso via De Sanctis. E’ il progetto definitivo per la riqualificazione (710mila euro di finanziamento) approvato dalla giunta su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti”.

 

Aeroporto
“‘Non vedo ostacoli’ allo sviluppo dell’aeroporto di Peretola. ‘Noi siamo per lo sviluppo, in Italia e in questo territorio’. Anche se non si è pronunciato con un sì o un no secco, il sottosegretario ai Trasporti Armando Siri, esponente della Lega, ha più che rassicurato le categorie economiche ed un ristretto gruppo di imprenditori convocati da Confindustria Firenze, giovedì, in via Valfonda”: a raccontarlo è il Corriere Fiorentino, che spiega che “oltre agli industriali, c’erano rappresentanti di tutte le altre categorie fiorentine, e anche degli ordini professionali (architetti, ingegneri etc)”. “Nessuna dichiarazione ufficiale, ma da più parti si lascia trapelare che, sul fronte dell’aeroporto Vespucci in particolare, il sottosegretario Siri ha dato ampie rassicurazioni sulla costruzione della nuova pista parallela all’autostrada che dovrebbe finalmente mettere in sicurezza lo scalo fiorentino”, scrive La Nazione.

 

Tramvia
“Prima di Natale. E’ l’ultima scommessa sulla linea 2 della tramvia. Potremmo salire sul Sirio in viaggio fra l’aeroporto e la stazione già da sabato 22 dicembre. Così almeno spera la Tram guidata da Fabrizio Bartaloni”: lo riporta La Nazione. “Dal fronte di Palazzo Vecchio, l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, non si sbilancia e la prende piano. ‘Contiamo di dare il via al servizio prima della fine dell’anno’”, scrive il giornale.

 

Casa
“Tante case senza abitanti e tanti abitanti senza casa. Una situazione immobiliare paradossale, quella dipinta dalla ricerca ‘Percorsi abitativi per l’emancipazione’, realizzata dalla Fondazione Michelucci in collaborazione con Fondazione CR Firenze. Secondo l’indagine, ammontano a poco più di 2 milioni gli immobili presenti nella nostra regione, un’offerta superiore del 22% rispetto al fabbisogno reale dei cittadini. Eppure, restano tanti gli inquilini sotto sfratto, quelli nelle strutture d’accoglienza comunali e quelli senza un tetto sotto cui vivere”: questo l’inizio dell’articolo sul tema pubblicato dal Corriere Fiorentino.

 

Turismo
“Si cerca di impostare una politica di gestione dei flussi turistici che decongestioni il centro storico a favore dei comuni limitrofi. L’idea è quella di creare un unico grande museo, che da piazza Signoria si estenda a tutto il territorio metropolitano. Si comincerà con l’includere all’interno della ‘Firenze card’ gran parte dei monumenti della provincia”: lo scrive La Nazione. In Sala d’Arme, come racconta il Corriere Fiorentino, è stato presentato “l’accordo tra diciotto Comuni per creare un ambito turistico unico”. “Firenze, Fiesole, Vaglia, Bagno a Ripoli, Pontassieve, Rufina, Londa, Pelago, Reggello, Rignano sull’Arno, Figline e Incisa Valdarno, Impruneta, Scandicci, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Calenzano, Signa e Lastra a Signa sono le realtà coinvolte”, spiega il Corriere Fiorentino.

DICEMBRE 2018
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16