Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

4 – 10 dicembre 2018

Nuova Mercafir
“Meno di tre anni per inaugurare la nuova cittadella dell’ortofrutta. Tutto ciò su sedici ettari dentro l’area di Castello e un investimento da 70 milioni. La Mercafir 2.0, il mercato agroalimentare più grande di Firenze, sarà pronta nel 2021”: a scriverlo è La Nazione, che riporta anche le parole del sindaco: “Mettiamo un altro tassello nella ridefinizione di tutto il quadrante nord ovest di Firenze – ha detto il sindaco Nardella – e lo facciamo presentando il nuovo progetto del polo agroalimentare della città”. “E assicura: ‘Il progetto si farà a prescindere dalla realizzazione dell’aeroporto, perché è compatibile con i piani di rischio dell’attuale progetto della nuova pista’”, sono altre parole di Nardella riportate dal giornale.

Ex Manifattura Tabacchi
“Un’altra parte della città dismessa che troverà nuova vita. È l’ex Manifattura Tabacchi che diventerà una casa di formazione, cultura, turismo e artigianato contemporaneo in un polo di aggregazione aperto a tutti, connesso e sostenibile”: lo scrive La Repubblica, che il 7 dicembre spiegava che “è quanto prevede il piano di recupero dell’ex Manifattura adottato ieri dalla giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini, che ha portato in adozione anche la relativa variante al regolamento urbanistico, con rapporto ambientale”.

Aeroporto
“Un altro rinvio. Fumata grigia romana ieri al ministero dei Trasporti. La conferenza dei servizi per l’aeroporto Vespucci è stata aggiornata al 29 gennaio. ‘Colpa’ degli orti didattici intorno al laghetto di Signa”: scriveva La Nazione l’8 dicembre. “Parole di ottimismo da parte degli enti favorevoli, fiduciosi, come dice il governatore Enrico Rossi, che ‘gli ultimi problemi sono risolvibili prima del prossimo appuntamento’”, riportava il Corriere Fiorentino.

Fermata Guidoni
“Da quel punto si potrà scendere dall’auto e prendere la tramvia, il treno o partire in aereo, e ovviamente viceversa. Si potrà arrivare a piedi, da Peretola, grazie a una passerella pedonale (una delle due previste), oppure in bici, sia per partire fuori Firenze che entrare in città. Il punto è quel concentrato di infrastrutture che sta già nascendo in viale Guidoni: e la novità è che Rfi ha garantito che entro 2 anni e mezzo non ci sarà solo il capolinea della linea 2 Peretola, e il parcheggio scambiatore, con accanto l’aeroporto. Ma anche la stazione ferroviaria di viale Guidoni, appunto, sulla linea per Pisa”: è l’inizio dell’articolo che il Corriere Fiorentino dedica al tema.

Sagrato di Santo Spirito
Presepe sul sagrato di Santo Spirito. Il 7 dicembre è stato dato “il via al Natale dell’Oltrarno, col presepe e una decina di alberi addobbati a riempire il sagrato al centro di tante polemiche per il degrado nei mesi scorsi”: lo racconta il Corriere Fiorentino, che spiega che “fino al 2 febbraio, dunque, il sagrato di Santo Spirito sarà ‘protetto’ da 29 vasi di cotto”. “La mia speranza è che anche in futuro il nostro sagrato possa essere vissuto in questo modo. E con i bambini protagonisti”: sono le parole del priore di Santo Spirito, padre Giuseppe Pagano, riportate sempre dal Corriere Fiorentino.

Casa
“Ancora per due anni, fino a fine 2020, si potrà ampliare in Toscana la propria casa, purché ovviamente abbia spazio intorno: del 20% della superficie esistente, ma mai oltre i 70 metri quadri in più. La Regione proroga il Piano casa che appunto questa possibilità e che fu fatto nel 2009 in accordo con la norma nazionale”: a riportarlo è La Repubblica.

GENNAIO 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20