Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

26 marzo – 1 aprile 2019

Nuovo ponte sull’Arno

“Si vada avanti spediti. E’ questo il messaggio che è arrivato dal Consiglio comunale di Lastra a Signa dove è stato approvato uno specifico ordine del giorno sulla nuova ipotesi progettuale del tracciato plano altimetrico del collegamento tra i due Comuni delle Signe”: lo riporta Bisenziosette, che spiega anche che “nei giorni scorsi anche l’Ordine degli Architetti di Firenze era intervenuto per mettere in luce l’ennesimo errore di metodo nella gestione delle infrastrutture e delle opere pubbliche, che si traduce negli esiti di una proposta incongrua per l’intero territorio fiorentino. Secondo l’Ordine si è persa l’occasione per mettere a confronto, attraverso un confronto pubblico, le migliori proposte progettuali”.

 

Manifattura Tabacchi

“Inizia la rinascita della Manifattura Tabacchi mentre entro il 9 aprile il consiglio comunale voterà, tra gli ultimi suoi atti, il più grande intervento urbanistico di questo mandato, come spiega il sindaco Nardella. Ovvero la variante, approvata dall’ultima giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore all’urbanistica Bettarini, per il recupero del complesso di architettura razionalista voluto tra i ’30 e i ’40 dal Monopolio tabacchi alle Cascine”: comincia così l’articolo che La Repubblica dedica alla questione. “Ad ottobre 800 studenti del Polimoda varcheranno i cancelli della ex Manifattura Tabacchi per entrare nel grande edificio sormontato dall’orologio, simbolo del complesso, primo tassello di una riqualificazione che finirà nel 2021”, scrive il Corriere Fiorentino.

 

Piazza della Repubblica e dehors

“Dopo quindici mesi di lavori piazza della Repubblica, ieri, è stata finalmente liberata dalle transenne. Le barriere restano però in una piccolissima porzione, quella di fronte alla giostra”: è quanto annunciato il 30 marzo dal Corriere Fiorentino.
“Piazza Repubblica, ricomincia la guerra dei dehors”: lo scrive La Repubblica il 1° aprile, spiegando che “ora Palazzo Vecchio vara la svolta. Nelle scorse settimane con una delibera di giunta ha stabilito che le concessioni esistenti non saranno rinnovate nelle stesse modalità quando arriveranno a scadenza”. “Significa che i locali dovranno smontare i dehors esistenti. La nuova tipologia a cui dovranno adeguarsi non è ancora formalmente stabilita. La previsione è che la Soprintendenza – che ha l’ultima parola nella definizione dei modelli di dehors da usare nelle piazze storiche – possa optare per un modello con pedana, tavoli e ombrelloni come in piazza Signoria ad esempio”, continua La Repubblica.

 

Tramvia e rivitalizzazione dei quartieri

“‘Più aziende sul percorso della tramvia’. Palazzo Vecchio, dati dell’ufficio statistica alla mano, spiega che il tram è un successo anche come impatto economico e rivitalizzazione dei quartieri attraversati”: lo riporta il Corriere Fiorentino. “I dati dimostrano che nuove attività sono state aperte laddove si realizzavano le infrastrutture; segno che la tramvia fa bene all’ambiente ma anche all’economia. Che ha rivitalizzato in particolare le aree di Novoli e Guidoni, il Quartiere 5 cioè”: sono alcune delle parole degli assessori Perra, Del Re e Giorgetti riportate dal Corriere Fiorentino.

 

San Salvi

“Due fine settimana di teatro, biodiversità, architettura nel parco. E un pergolato nuovo ad accogliere i visitatori, sul quale si arrampicherà un bellissimo glicine. Rifioriscono i Giardini del Cenacolo di San Salvi grazie all’azione combinata di Chille Mon Amour con i giovani architetti di Architectura Place e Verdiana Network per San Salvi”: a scriverlo è il Corriere Fiorentino. “Un percorso di rinascita che ha visto la realizzazione di importanti interventi architettonici a opera dell’associazione Architectura Place, come il pergolato e il ripristino di panchine e tavolini a uso quotidiano di abitanti del quartiere”, continua il giornale.

 

Le richieste di Confartigianato ai candidati a sindaco

“Confartigianato Imprese Firenze ha presentato le proprie richieste ai candidati a sindaco del Comune di Firenze”: lo annuncia il Corriere Fiorentino, indicando alcuni dei “dieci punti”. “Il documento tocca i temi delle infrastrutture indispensabili allo sviluppo cittadino, come la nuova pista dell’aeroporto”, spiega ancora il giornale.

 

Sblocco delle opere

“E’ lungo l’elenco delle opere già finanziate e che potrebbero avere, se sbloccate e finalmente realizzate, un impatto sull’economia toscana nel prossimo quinquennio pari a circa 8 miliardi di euro sul Pil. Secondo un’elaborazione Istel Cisl su dati Istat, Irpet e Regione Toscana, si creerebbero inoltre 116mila posti di lavoro, 23200 l’anno, per tutta la filiera nella fase di cauterizzazione”: è quanto scrive La Nazione in seguito al convegno sulle infrastrutture toscane organizzato a Firenze dalla Cisl. “Sbloccare le infrastrutture significherebbe una Toscana più moderna, con il settore delle costruzioni che potrebbe finalmente riprendere fiato, dopo anni di crisi”, aggiunge il giornale.

APRILE 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28