Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

9 – 15 aprile 2019

Arno

“Non solo due percorsi pedo-ciclabili dal Varlungo all’Indiano. Nel progetto per far rivivere l’Arno ai fiorentini di Richard Rogers dell’83, rilanciato dal sindaco Dario Nardella, ci sono piattaforme galleggianti, gradoni sulle sponde, giochi d’acqua e fontane, passerelle sull’Arno. Ed un anfiteatro”: così, il 9 aprile, il Corriere Fiorentino descrive “l’Arno di Rogers, 36 anni dopo”.
Il giorno successivo, 10 aprile, il Corriere Fiorentino intervista Roberto Castellani, “architetto che da Firenze lavora per lo studio Rogers di Londra”, scrive il giornale. “Dateci quattro anni – insiste – e sarà pronto tutto il parco lineare di nove chilometri fino all’Indiano”, sono alcune delle sue parole riportate dal Corriere Fiorentino. “Due soci di Rogers saranno a Firenze nella settimana dopo Pasqua per incontrare Nardella e i tecnici del Comune e iniziare a rivedere il progetto ‘che comunque sarà cambiato per meno del 10 per cento, mentre per il restante 90 rimarrà esattamente uguale a quello originale del 1983-89’ sottolinea Castellani”, riporta ancora il giornale. Che continua: “Richard Rogers non ci sarà tra due settimane ‘perché impegnato in Centro America’. Ma sta progettando il suo ritorno appositamente per mettere il sigillo finale a questa impresa ‘a cui tiene personalmente in modo assoluto'”.
L’11 aprile, sempre sul tema dell’Arno, il Corriere Fiorentino pubblica l‘intervento di Serena Biancalani, presidente dell’Ordine degli Architetti di Firenze. “Occorre elaborare progetti attuali, contemporanei, che tengano conto di come è adesso la città, in particolare valutando i flussi turistici, il tessuto sociale, il clima. Il progetto redatto dallo studio di sir Richard Rogers ormai quasi quarant’anni fa riguarda un solo tratto del fiume: poiché Rogers ha dichiarato di voler lasciare qualcosa a Firenze, potrebbe allora farsi promotore verso l’amministrazione di un ‘Progetto Arno’ che prenda in esame almeno l’intero tratto che attraversa la città metropolitana, promuovendo un’azione corale e collettiva di cittadini, progettisti e portatori di interesse per riappropriarsene, attraverso la partecipazione. Quindi con concorsi internazionali, laboratori per studenti e artisti”, è un passaggio dell’intervento. “La disponibilità dell’Ordine degli Architetti di Firenze in questo senso è totale – continua l’intervento di Biancalani pubblicato sul Corriere Fiorentino – E invitiamo anzi lo stesso Rogers, non appena sarà a Firenze, a venire a trovarci alla Palazzina Reale: sarebbe il benvenuto, per metterci attorno a un tavolo insieme all’amministrazione e alla città e avviare il dibattito su un tema tra i più importanti e cruciali per Firenze”.

 

Nuovo ponte sull’Arno

“Quattro milioni di euro per la progettazione del nuovo ponte sull’Arno. Li ha stanziati ieri il consiglio regionale della Toscana, inserendo l’atto nella prima variazione al bilancio di previsione 2019-2021, votata in aula. Lo stanziamento, previsto fra gli emendamenti, servirà per il collegamento fra lo svincolo della Firenze-Pisa-Livorno di Lastra a Signa e via Pistoiese, in località Indicatore, ovvero per l’intera bretellina, che include il nuovo ponte”: lo scrive La Nazione l’11 aprile. “Sempre ieri è arrivato anche il sì del consiglio della Città metropolitana all’accordo con Regione, Comuni di Firenze, Lastra e Signa e Toscana Aeroporti per la progettazione e realizzazione del nuovo ponte e della strada, che hanno un costo complessivo di 35 milioni di euro”, aggiunge il giornale.

Mostra su Leonardo Ricci. “Il centenario, cominciato l’8 giugno 2018 per i cento anni della sua nascita, termina adesso con la mostra appena aperta all’ex refettorio di Santa Maria Novella Leonardo Ricci 100. Scrittura, pittura e architettura: 100 note a margine dell’Anonimo del XX secolo, una ‘mostra di un architetto per non architetti’, così è stata pensata da Clementina Ricci insieme a Maria Chiara Ghia, storica dell’architettura a La Sapienza, e Ugo Dattilo dello studio Eutropia architettura, affinché, lontano dagli specialismi degli addetti ai lavori, il pensiero e la visione di Leonardo Ricci siano comprensibili e apprezzabile a chiunque, in primis ai fiorentini che ne possono riconoscere l’opera nella Nave di Sorgane e nel palazzo di Giustizia a Novoli, completato postumo e solo in parte rispondente al progetto originale”: così il 13 aprile La Repubblica presentava la mostra organizzata con la collaborazione anche della Fondazione Architetti Firenze, annunciata anche dal Corriere Fiorentino e da La Nazione.

 

Tramvia

“Bocci rilancia anche sulle infrastrutture. Dopo aver visitato Expomove, fiera sulla mobilità elettrica, critica Nardella sulla scelta di fare le tramvie: ‘Ci serviva e servirebbe una tramvia moderna, mentre hanno realizzato un treno nel cuore di Firenze, che divide in due la città. Un progetto che obiettivamente alla prima corsa del primo convoglio era già vecchio di 40 anni'”: queste le parole del candidato del centrodestra a sindaco di Firenze riportate dal Corriere Fiorentino.

 

Tav, Foster e grandi opere

“Dario Nardella chiede e ottiene da Rete ferroviaria italiana l’impegno ad andare avanti con il nodo fiorentino dell’Alta velocità, a realizzare un servizio di ‘metropolitana di superficie’ per i pendolari con fermate ogni 1.000-1.500 metri, a progettare una navetta tra la futura stazione Foster e Santa Maria Novella e infine a presentare ‘entro settembre’ un progetto per la fermata ferroviaria in viale Guidoni. Ubaldo Bocci chiede e ottiene dal governo l’impegno a stilare ‘una road map sulle criticità e sui ritardi’ delle grandi opere a Firenze”: questo il riassunto della giornata in contemporanea a Roma di Nardella e Bocci pubblicato il 12 aprile dal Corriere Fiorentino.

 

Street art

“La città del David. Ma Firenze si sta avviando anche a essere la giovane città della street art. Dopo il murale di Mandela in piazza Leopoldo, il treno del cosiddetto Muro del Pelle in via Simone Martini, il graffito che raffigurerà il partigiano Pillo-Sarti a Legnaia, le nuove mete della street art fiorentina sono state approvate ieri dalla giunta di Palazzo Vecchio su delibera presentata dall’assessore alle politiche giovanili, Andrea Vannucci. Il progetto graffitaro va avanti”: inizia così l’articolo che La Repubblica dedica al tema il 10 aprile.

 

“Zone rosse”

“Adesso arrivano le ‘zone rosse’ per chi ha già denunce per spaccio, risse o vendita abusiva. Dalla Fortezza alle Cascine fino a via dei Servi, 17 aree off limits per chi ha precedenti. Chi verrà beccato dalle forze dell’ordine potrà essere allontanato dalle ‘zone rosse’ fino a metà luglio, una specie di ‘daspo’”: è quanto scrive La Repubblica l’11 aprile, spiegando che “è il pugno duro deciso ieri dalla prefetta Laura Lega con una nuova ordinanza. Un giro di vite senza precedenti che arriva nel bel mezzo dell’esplosione del turismo di primavera ma anche nel pieno della campagna elettorale, suscitando un aspro dibattito politico”.

 

Prezzi delle case

“I prezzi delle case nel centro storico di Firenze non smettono di crescere, e ormai sono tornati ai livelli pre-crisi del 2008, ma è l’Isolotto a trascinare l’incremento delle quotazioni. Questo il responso, relativo al secondo semestre del 2018, dell’analisi del mercato immobiliare condotta da Tecnocasa”: a scriverlo è il Corriere Fiorentino.

 

Confcommercio, decalogo per i candidati a sindaco

“Un decalogo per i candidati sindaco, una bussola per orientarsi tra bisogni e richieste di quel terziario che rappresenta un settore sempre più determinante dell’economia cittadina. Si chiama ‘Firenze: la città del futuro’ il documento redatto dalla Confcommercio provinciale e che sottopone a tutti gli aspiranti inquilini di Palazzo Vecchio nel 2019-2024 quelle che l’associazione considera dieci priorità. Dalla legalità ai cantieri, dal decoro all’aeroporto: tanti i temi toccati”: lo riporta La Nazione.

GIUGNO 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23