Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Istituzionali , Ordine

Aggiornamento professionale obbligatorio

Gentile Collega,

Ti ricordiamo che in base alle Linee Guida del CNAPPC aggiornate con delibera del 21 dicembre 2016 tutti gli architetti iscritti all’Albo sono soggetti all’obbligatorietà formativa, con l’esclusione di quelli al primo anno di iscrizione e di coloro che hanno compiuto il 70°anno di età con almeno 20 anni di iscrizione al proprio Ordine. Sono previsti, inoltre, casi di esonero dall’obbligatorietà formativa, come da punto 7 delle Linee Guida del CNAPPC, per maggiori informazioni in merito è possibile consultare il seguente link:

https://www.architettifirenze.it/oaf/aggiornamento-professionale/esoneri/

E’ necessario acquisire 60 crediti formativi professionali nel triennio 2017/2019 (come nel primo triennio 2014/2016) di cui 48 CFP ordinari e 12 CFP sulla tematica obbligatoria delle discipline ordinistiche. Eventuali crediti formativi maturati in eccesso (maggiori di 60 cfp) verranno automaticamente traslati da un triennio al successivo nel limite massimo di 20 CFP (eventuali crediti eccedenti in materia di discipline ordinistiche verranno riportati al triennio successivo come crediti generici o ordinari), inoltre, eventuali crediti formativi ordinari in eccesso non compensano in alcun modo eventuali carenze di crediti formativi obbligatori in discipline ordinistiche.

Si raccomanda pertanto, di verificare la propria situazione formativa sulla piattaforma IMATERIA per il raggiungimento dei crediti formativi necessari entro il 31/12/2019.

Infine si ricorda che il triennio formativo costituisce il riferimento temporale per tutti gli iscritti anche ai fini dell’applicazione delle sanzioni disciplinari.

L’inosservanza dell’obbligo formativo costituisce illecito disciplinare ai sensi dell’art. 7 comma 1 del DPR 7 agosto 2012, n° 137.
L’inosservanza è valutata dal Consiglio di Disciplina al termine di ciascun triennio formativo.
Le sanzioni, previste dall’art. 9 comma 2 del Codice Deontologico, sono le seguenti:

– la mancata acquisizione dei crediti formativi professionali triennali minimi, nel limite massimo del venti per cento (12 su 60) comporta l’irrogazione della censura;
– la mancata acquisizione di un numero di crediti superiore al venti per cento comporta l’irrogazione della sanzione della sospensione, da calcolarsi nella misura di un giorno di sospensione per ogni credito formativo mancante.

 

Per maggiori informazioni:

DICEMBRE 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08