Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

6 – 12 agosto 2019

Stadio

“Per l’ufficializzazione ci sarà da aspettare settembre. Ma la decisione pare ormai presa. Abbandonata del tutto l’idea del restyling del Franchi, la Fiorentina si è indirizzata sull’opzione nuovo stadio a Novoli. Sono stati i tempi di realizzazione a dettare legge e a far cambiare idea a Rocco Commisso che era stato subito conquistato dall’ipotesi più suggestiva, quella di non lasciare la casa che ormai accoglie la Fiorentina da 88 anni”: a scriverlo il 9 agosto è La Nazione. “Dunque l’indirizzo del nuovo stadio sarà Novoli. Non sull’intero terreno: ma su circa 33 ettari dell’area. Gli altri 16 saranno destinati a ospitare la nuova casa di Mercafir che non cambierà indirizzo. Fare lo stadio accanto alla Mercafir è la strada più breve per realizzare il nuovo impianto di proprietà, perché non è necessario che vengano approvate nuove varianti urbanistiche”, spiega il giornale, che poi aggiunge: “Se è vero che non occorrono varianti urbanistiche, per il nuovo stadio manca ancora un progetto. Non è detto che la Fiorentina abbandoni la progettazione in fieri dello studio Arup, chiedendo ad architetti e ingegneri di adattare il progetto alle nuove necessità. Ma potrebbe anche decidere di cambiare tutto, affidandosi a un altro studio. Commisso dell’idea ha parlato anche con progettisti americani”.
“Tutto quello che sarà deciso lo decideremo insieme, punto e a capo. Gli incontri ci sono stati e continueranno a esserci. Ci siamo dati tempi stretti per arrivare a un punto finale”: sono le parole del sindaco Nardella sul tema stadio riportate il 12 agosto da La Repubblica. “Potete stare tranquilli che questo sarà il mandato decisivo per il nuovo stadio”, sono altre parole del sindaco rivolte ai fiorentini e ai tifosi riportate sempre da La Repubblica.

 

Crolli e controlli

“Sono tantissimi gli interventi predisposti dal Comune di Firenze per verificare lo stato delle pietre, dell’intonaco, dei tetti e di tutto ciò che ha bisogno di manutenzione. Un elenco importante di edifici e monumenti cittadini: per alcuni il check up è già partito, per altri inizierà nei prossimi mesi. Controlli necessari, visti i recenti crolli e cedimenti – anche se gli ultimi, in via Cavour e alla stazione di Santa Maria Novella, hanno riguardato strutture non di competenza comunale – che hanno rischiato di fare seriamente male ai passanti”: lo annuncia il Corriere Fiorentino l’8 agosto.
L’11 agosto, il Corriere Fiorentino racconta che “Dopo il crollo di alcune settimane fa in via Cavour e alla Stazione, piovono calcinacci in via Alamanni. E il Comune chiude al traffico tutta la strada che collega viale Fratelli Rosselli alla stazione di Santa Maria Novella. Il distacco – che riguarda le mattonelle che rivestono il palazzo all’angolo con via Jacopo da Diacceto – è avvenuto nella notte tra venerdì e ieri”.
Lo stesso giorno, sempre il Corriere Fiorentino riporta che “A Santa Maria Novella, Grandi Stazioni Rail ha iniziato gli interventi per accertare le cause del crollo del controsoffitto della pensilina”.

 

Turismo e città

“Turisti in coda per entrare in cattedrale o nel museo dell’Opera del Duomo, risciò, dehors, tavolini e sedie dei bar che tolgono spazio ai pedoni e, in mezzo, gli artisti di strada che provano ad accaparrarsi clienti e a proteggersi dal sole”: inizia così l’articolo dal titolo “Artisti di strada, dehors, turisti. Il grande assedio del Duomo” pubblicato il 7 agosto dal Corriere Fiorentino. “Ecco come si presenta piazza Duomo (lato via Ricasoli): oppressa ogni giorno, dal mattino al tramonto”, spiega il giornale.
Lo stesso giorno, La Repubblica dedica un articolo alla delocalizzazione dei flussi turistici: “Più 20% a Bagno a Ripoli. Più 16% a Scandicci. Più 30% a Figline Valdarno. Addirittura più 49% a Sesto Fiorentino. Sembra dare i primi buoni risultati la politica di delocalizzazione dei flussi turistici verso i Comuni vicini messa in campo da Palazzo Vecchio negli ultimi 12 mesi. Ci sono più visitatori rispetto ad un anno fa che sbarcano e pernottano nelle strutture ricettive dell’area metropolitana”, scrive il giornale, riportando i dati dell’Irpet sulle presenze turistiche dei primi 4 mesi del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018.

 

Fortezza

“Il Comune di Firenze ha pubblicato sulla rete civica il bando per l’appalto di progettazione del nuovo padiglione Bellavista, alla Fortezza da Basso. Si tratta di una struttura che nascerà da zero e quindi ci sarà l’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva e del coordinamento sicurezza in fase di progettazione. Il nuovo padiglione del polo fieristico fiorentino sarà uno spazio multifunzionale, dove si potranno fare conferenze con 3.500 partecipanti o anche ospitare stand”: lo scrive La Repubblica l’11 agosto.

 

Parcheggio al Cestello

“Un parcheggio interrato sotto piazza del Cestello. Duecento posti, cento a piano: metà per i residenti e il resto a rotazione, a pagamento”: lo scrive il 10 agosto La Repubblica, spiegando che dopo l’ipotesi di piazza del Carmine “Palazzo Vecchio ci riprova con il tema dei parcheggi sotto terra in Oltrarno. E stavolta punta sul Cestello. Su un ‘nuovo’ Cestello. Una piazza che verrebbe pedonalizzata e potrebbe scommettere su un nuovo futuro”. “Il piano non è ancora pronto ma l’idea è contenuta nelle linee guida del concorso internazionale di progettazione che il Comune è pronto a lanciare entro l’anno”, riporta ancora il giornale.

 

Giubbe Rosse

“Le Giubbe Rosse diventano un ‘bene culturale’ da tutelare. Il caffè dei Futuristi non è più solo un esercizio storico letterario, ma qualcosa di più. A deciderlo è stato il ministero dei Beni Culturali, che ha sancito la nuova classificazione in un decreto richiesto dalla soprintendenza di Firenze. Scattano così nuovi meccanismi di tutela per il noto caffè di piazza delle Repubblica”: a riportarlo il 7 agosto è La Repubblica.

NOVEMBRE 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17