Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

29 ottobre – 4 novembre 2019

Stadio alla Mercafir

“Una partita che sembra ancora aperta quella del nuovo stadio a differenza del centro sportivo di Bagno a Ripoli su cui in queste ore stanno arrivando anche le ultime firme. Lo fa capire a chiare lettere il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, che a Radio Toscana sottolinea che, nonostante l’intenzione di giocare la prima partita nel nuovo stadio nel settembre 2023, ci sono anche aspetti da chiarire”: inizia così l’articolo che il Corriere Fiorentino dedica alla questione il 30 ottobre.
“Dopo la svolta sulla vendita dei terreni e i primi incontri per lo spostamento del mercato ortofrutticolo Palazzo Vecchio conferma i tempi per il nuovo stadio con una mossa iper tecnica ma in realtà molto operativa: via libera della giunta comunale all’esclusione della variante urbanistica per stadio e trasloco del mercato dalla cosiddetta valutazione ambientale strategica, la Vas”, scrive La Repubblica il giorno successivo, 31 ottobre.
E sempre La Repubblica, il 3 novembre, riporta alcune parole di Commisso sulla questione dell’acquisto del terreno della Mercafir: “Se i terreni non hanno un prezzo giusto non li compro. L’ho detto anche al sindaco – ha ribadito mister Commisso – Per questo vorrei ci fossero delle alternative: abbiamo incontrato il sindaco di Campi, per esempio”.
E La Nazione il 4 novembre scrive che “Campi non molla, anzi rilancia”. “Se Commisso dovesse optare per i 35 ettari di Campi Bisenzio, il prezzo di vendita sarà ‘giusto e onesto’ e una parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza al Meyer”, continua il giornale.

 

Campo di Marte

Il 31 ottobre La Nazione pubblica un articolo dal titolo “Restyling Franchi, spunta un nuovo progetto”. “A illustrare il piano, l’architetto Fulvio Giraldi”, riporta il giornale, che spiega che “alla fine ne è uscito anche un piano di riqualificazione per Campo di Marte. Il progetto è stato consegnato formalmente alla Fiorentina”.
Lo stesso giorno, il Corriere Fiorentino pubblica un servizio dal titolo “Campo di Marte, 12 anni persi”: “Restyling del Franchi complicato, stadio alla Mercafir: quale futuro per il quartiere?”, scrive il giornale.

 

Soprintendente

Il 29 ottobre il Corriere Fiorentino pubblica un’intervista al soprintendente Andrea Pessina dal titolo “Giubbe Rosse, addio dehors. Mai detto sì al nuovo tram”. “Nel confronto Pessina ha toccato tutti i temi più sentiti dai fiorentini, dalla tramvia allo stadio Artemio Franchi, dai pali di piazza Stazione ai dehors di piazza Repubblica. E se Palazzo Vecchio dà per certi il progetto e i tempi sulla nuova linea della tramvia per Bagno a Ripoli, dal soprintendente, che nega di aver mai dato il via libera, arriva una frenata”, scrive il giornale.

 

Piazza Stazione

Il 2 novembre i giornali parlano della situazione di piazza Stazione. “Droga e risse: piazza Stazione fuori controllo” è il titolo di un articolo de La Nazione, che riporta anche alcune parole dell’assessore Andrea Vannucci: “Le forze dell’ordine stanno facendo un importante lavoro in quella zona della città, come nelle altre – dice – per garantire l’ordine pubblico e la sicurezza di cittadini e turisti. Per la nostra amministrazione la sicurezza urbana è una delle priorità”.
Sulla questione, il 3 novembre La Nazione pubblica anche il commento del sociologo dell’Università di Firenze Marco Bontempi, dal titolo “Tutta la zona deve tornare luogo d’incontro”. “Penso che si debbano coinvolgere urbanisti e architetti affinché vengano creati spazi e, dunque, occasioni di incontro e di socializzazione”, è un passaggio del suo intervento.

 

Piazza dell’Isolotto

“Arriva la rivoluzione in piazza dell’Isolotto: domani inizieranno i lavori di riqualificazione. Il progetto, presentato a dicembre 2018, entra ufficialmente nella fase operativa. Tra i punti chiave c’è la creazione di una nuova e più ampia pensilina per il mercato, il restyling dell’area giochi per i bambini e l’inserimento di spazi verdi. Un investimento da oltre 3 milioni di euro e la durata dei lavori prevista in circa 7 mesi e mezzo”: è quanto annunciava La Repubblica il 3 novembre, spiegando anche che “nel frattempo si intravede anche la fine dei cantieri in piazza delle Cure: il Comune ha annunciato per la fine di novembre il completamento dell’opera”.

 

Tav

“Non fare la stazione Foster e il tunnel Tav sotto Firenze costerebbe circa 330 milioni euro, necessari a ripristinare la situazione precedente. Farli invece porterebbe benefici in ogni caso, con miglioramenti importanti nell’accesso a Firenze e l’uso dei treni da parte dei fiorentini verso località non collegate con l’Alta velocità. È questa l’estrema sintesi delle 103 pagine dell’analisi costi-benefici svolta dal comitato diretto da Marco Ponti e che ora sarà pubblicata dal ministero delle Infrastrutture”: a riportarlo è il Corriere Fiorentino il 3 novembre.

NOVEMBRE 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24