Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Enti , Istituzionali

Nuovi obblighi per l’esercizio delle attività di impresa

Ordinanza regionale n. 48 del 03.05.20 e FAQ

La Regione Toscana ha approvato due ordinanze, di cui una, la n. 48, dedicata a disciplinare, integrandosi con il DPCM della scorsa settimana, alcuni aspetti per l’esercizio dell’attività di impresa.

Si segnala in particolare:

Impianti di areazione
Laddove siano presenti impianti di areazione deve essere garantita la sanificazione periodica, secondo le indicazioni contenute nel “Rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020. Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2.”; altrimenti ne deve essere previsto lo spegnimento, garantendo la massima ventilazione dei locali;

Protocollo Anti-Contagio e invio obbligatorio alla Regione (NON PIù VIA EMAIL)

  • I datori di lavoro hanno l’obbligo di redigere un protocollo di sicurezza anti-contagio che preveda l’impegno all’attuazione delle misure sopra descritte al fine di garantire la sicurezza e la tutela della salute e dei lavoratori.
  • L’adozione del protocollo anti-contagio da parte del datore di lavoro è necessaria per lo svolgimento dell’attività; il protocollo anti-contagio dovrà essere compilato sul sito https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari, a partire dal 6 maggio 2020. Per tutte le attività aperte alla data del 18 aprile 2020, per le quali non sia stato ancora trasmesso il protocollo secondo le disposizioni dell’ordinanza 38/2020, dovrà essere compilato il format on line all’indirizzo sopra riportato, entro la data del 18 maggio 2020; per le altre attività la compilazione del protocollo dovrà avvenire entro 30 giorni dalla riapertura. La compilazione è esclusivamente on line seguendo le istruzioni indicate nello speciale COVID-19 presente sul sito ufficiale della regione https://www.regione.toscana.it. Coloro che hanno già inviato il protocollo secondo le disposizioni dell’ordinanza 38/2020, non devono compilare il format on line, ferma restando l’applicazione dei limiti, di cui alla presente ordinanza.
  • Le pubbliche amministrazioni non sono tenute alla compilazione on line del protocollo anti- contagio.
  • Il protocollo anti-contagio dovrà essere stampato e sempre reso disponibile presso l’attività per i controlli previsti dalla legge.

Scarica la circolare richiamata

Scarica le FAQ del protocollo anticontagio nei luoghi di lavoro (Ordinanze 38, 48 e DGRT 595/2020)

 

A integrazione dell’ordinanza regionale, si condivide il documento predisposto dal Gruppo di Lavoro “Sicurezza ed igiene industriale e prassi di riferimento per i RSPP” della Rete Professioni Tecniche, avente ad oggetto “Emergenza sanitaria Covid 19 – Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro”.
Lo scopo dell’elaborato è quello di fornire indicazioni a livello generale e nazionale per i professionisti che si occupano di sicurezza sul lavoro o che si trovano a dover applicare quanto previsto dalla normativa all’interno del proprio contesto lavorativo. Il documento non tiene conto di provvedimenti a livello regionale e/o locale che il professionista è comunque tenuto a rispettare.
In merito ai cantieri la RPT è in attesa di un riscontro del Ministro del Lavoro così come riportato nella circolare n. 60 del 13/05/2020.

Scarica il documento redatto dalla RPT

 

 

articolo aggiornato il 18 maggio 2020
SETTEMBRE 2020
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 28
  • 29
  • 30
  • 01
  • 02
  • 03
  • 04