Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze

Riattivare lo ‘Spazio sospeso’ di piazza Luigi Dallapiccola

Online il bando di progettazione e autocostruzione

Riattivare lo ‘Spazio sospeso’ di piazza Luigi Dallapiccola, a nord-ovest del centro storico di Firenze. È l’obiettivo del bando di progettazione e autocostruzione ‘In Between’, consultabile online, a cura di Fondazione Architetti Firenze e in collaborazione con il Comune di Firenze e la Fondazione Cassa di Risparmio nell’ambito del progetto ‘Paesaggi Comuni 2021’. Proprio Fondazione Architetti Firenze si è aggiudicata l’avviso ‘Paesaggi Comuni’ per il progetto di piazza Dallapiccola, in partneriato con Fabbrica Europa.

Piazza Dallapiccola è uno dei luoghi analizzati da FAF attraverso il progetto ‘Spazi sospesi’, con l’obiettivo di identificare un futuro possibile per quei luoghi privi di una riconoscibilità vera e propria.
L’avviso costituisce ora la prima fase per la riattivazione temporanea di questo spazio ancora in cerca di una sua identità.
Il concorso nazionale chiede ai partecipanti di progettare e autocostruire un’infrastruttura flessibile, temporanea, “leggera” per la piazza: un’infrastruttura – rimarrà installata per almeno quattro mesi – capace di accogliere performance artistiche e laboratori di progettazione partecipata, con l’obiettivo di individuare la configurazione ideale per le necessità della vita quotidiana della piazza. Ai partecipanti è richiesto di progettare entrambi i cicli di vita della struttura, durante e dopo la permanenza nella piazza: l’obiettivo è infatti ridurre a zero lo spreco di risorse, nel nome della sostenibilità.

A settembre Fondazione Fabbrica Europa proporrà un evento opening per piazza Dallapiccola che attivi la facciata dello studentato Mario Luzi attraverso il coinvolgimento di musicisti. Inoltre la rete di giovani artiste del Centro di creazione e cultura affronterà un’indagine preliminare sul territorio a partire dagli abitanti dello studentato e dai nuclei di vicinato: da questa indagine si svilupperanno percorsi laboratoriali di storytelling.

Il concorso è aperto a progettisti italiani e/o stranieri under 40: i concorrenti possono partecipare singolarmente o congiuntamente mediante raggruppamenti. L’iscrizione è gratuita, le domande dovranno essere inviate entro il 3 giugno (alle ore 12) con oggetto “Concorso in Between”, indicando poi il nome del progetto: i risultati saranno resi noti il 18 giugno.

“La Fondazione Architetti Firenze – ha spiegato il presidente Colomba Pecchioli – è lieta di bandire oggi il concorso per progettare e realizzare un intervento di micro architettura flessibile, temporanea e sostenibile per Piazza Dallapiccola. Un passo avanti concreto ma aperto a ricevere, attraverso l’uso della comunità che la abita, la sua configurazione ideale: una fase ‘In Between’ che fa del temporaneo una metodologia di riappropriazione degli spazi e dei luoghi “sospesi” nella loro destinazione finale. Una sfida per i giovani progettisti chiamati a misurare la propria creatività sui temi della circolarità, dell’autocostruzione, della collaborazione con l’obiettivo di potenziare la vita nello spazio aperto pubblico urbano della piazza”.

“Un modello innovativo di progettazione partecipata – ha detto l’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Cecilia Del Re – per dare un senso, ancorché provvisorio, a un luogo della città che merita di trovare definizione come piazza Dallapiccola, in attesa della definizione di un contenzioso che ci impedisce di procedere con una progettazione definitiva. Un progetto orientato alla flessibilità e al riuso che unisce più dimensioni: dal recupero urbano, alla cultura, all’arte per riportare i cittadini a vivere la piazza in uno scambio tra ambiente, ruolo sociale dello spazio e creatività”.

“Ancora una volta il bando ‘Paesaggi Comuni’ si conferma uno strumento decisivo per ripensare gli spazi urbani grazie alle idee e alla progettualità che arrivano dalla comunità – ha commentato il vicesindaco Alessia Bettini -. In questo caso una bella e efficace sinergia tra diverse realtà unisce a una rigenerazione urbana molte iniziative di qualità. Siamo orgogliosi che queste esperienze prendano forma grazie a questo bando, un’opportunità davvero significativa alla luce della fase storica attuale segnata dalla pandemia”.

“Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato il direttore di Fondazione CR Firenze Gabriele Gori – del successo crescente del bando ‘Paesaggi Comuni 2020’ che risponde ad una precisa esigenza del territorio. Quando lo abbiamo pensato, assieme all’amministrazione comunale, il nostro intento era offrire alle comunità locali uno strumento operativo, con relativi servizi di accompagnamento, per recuperare e prendersi cura di aree verdi della città. E’ una tipologia di interventi che riteniamo oggi ancora più necessaria sia per le mutazioni climatiche che per l’emergenza sanitaria. Sono infatti sempre più urgenti spazi verdi e aree all’aperto per condividere momenti di svago e di socializzazione. Ma il bando voleva anche stimolare la crescita di piccole associazioni e di gruppi informali di cittadini capaci di generare nuove reti di collaborazione e di sviluppare nuove competenze stimolando la cura del bene comune. La riattivazione dello ‘Spazio sospeso’ e la collaborazione della Fondazione Architetti Firenze conferma che stiamo andando nella giusta direzione”.

 

Comunicato stampa del 29 aprile 2021
MAGGIO 2021
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09