Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Istituzionali , Ordine

Rinnovato il Consiglio per il quadriennio 2021-2025: 12 new entry e 3 conferme

Pier Matteo Fagnoni riconfermato presidente

Libero professionista, 55 anni: Pier Matteo Fagnoni è stato riconfermato presidente dell’Ordine degli Architetti di Firenze. Dottore di Ricerca in Tecnologia dell’Architettura presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Ha fondato nel 2002 la Fagnoni & Associati Architetti, si occupa prevalentemente di Project Management in ambito pubblico e privato. Svolge studi e ricerche sulla gestione del processo edilizio e sul management.

Ad affiancarlo saranno la vicepresidente Michela Fiaschi, il segretario Simone Marzola e la tesoriera Carla Citernesi.

La loro elezione è arrivata al termine di un percorso iniziato con le votazioni per il rinnovo del consiglio dell’Ordine degli Architetti per il quadriennio 2021/2025, che ha portato alla conferma di due consiglieri già presenti nel precedente mandato (Giorgio Cerrai e Duilio Senesi) e all’elezione di nove “new entry”: Isabella Bacci, Laura Bati, Andrea Crociani, Lapo Galluzzi, Lucia Lunghi, Stefania Marini, Camilla Perrone, Luca Scollo e Virginia Viti.

“Gli architetti della provincia di Firenze – ha affermato Fagnoni – hanno scelto un consiglio nel quale saranno presenti 8 colleghe su 15 consiglieri: un importante valore aggiunto per il lavoro che ci aspetta nei prossimi 4 anni. Siamo animati da un forte entusiasmo con spirito di rinnovamento. Facendo tesoro delle esperienze fatte nel corso di questi ultimi 12 anni, siamo pronti a dare il nostro contributo, assieme alla Fondazione Architetti, per la diffusione della cultura architettonica”.

“Tra gli obiettivi fissati dal nuovo Consiglio – ha aggiunto – prendersi cura del rapporto con la città attraverso il rafforzamento della presenza sul territorio in tutta la provincia di Firenze; impegnarsi per favorire lo sviluppo del lavoro, in particolare per i giovani che si affacciano alla professione; attivare tutte le risorse affinché la cultura architettonica possa arricchire qualsiasi percorso di programmazione e progettazione dell’ambiente che ci circonda”.

“Ci auguriamo – ha concluso Fagnoni – che la crisi sanitaria che ha caratterizzato questo ultimo anno e mezzo volga al termine e si possa nuovamente utilizzare la Palazzina Reale per eventi culturali e formativi per far tornare questo luogo il centro delle attività per la valorizzazione dell’architettura”.

 

Comunicato del 7 luglio 2021
OTTOBRE 2021
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24