Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Concorsi , News

My Design Competition / Maison des Oasis

concorso di idee, per la progettazione e realizzazione di un centro multifunzionale nella città di Figuig

Dopo il suo primo concorso internazionale di Design nel 2019, My African Competition ha lanciato la seconda edizione del “My Design Competition”, questa volta è un concorso di idee, per la progettazione e realizzazione di un centro multifunzionale nella città di Figuig, denominato “DAR AL WAHAT” (casa delle oasi); e questo, in collaborazione con: il comune territoriale della città di Figuig, l‘Associazione Figuig per il patrimonio e la cultura delle oasi e l’associazione marocchino di arte fotografica.

I partner hanno iniziato a lavorare insieme per più di 4 mesi, nell’ambito di un accordo di partnershipo che mira a progetti culturali e socio-economici nella città di Figuig e dintorni, che ha permesso di far nascere l’idea di DAR AL WAHAT che è stato integrato nel concorso avviato da My African Competition, una ONG attiva nel campo dell’architettura, dell’edilizia e del design.
Il concorso è aperto a giovani architetti e designer di età inferiore hanno 35 anni, e il valore totale dei premi riservati al concorso è di 6.000 Euro, che lo colloca tra i più importanti concorsi internazionali in termini di valore del premio.

Una commissione scientifica e una giuria erano state costituite per sviluppare i contenuti del progetto e convalidare la candidatura al fine di selezionare 3 progetti vincitori. La commissione annuncerà tra i suoi membri una dozzina di professionisti, accademici ed esperti in diversi campi.

Il progetto DAR AL WAHAT sarà realizzato su un’area di 10.000 m², di cui 1000 m² edificabili; e aprà il ruolo fondamentale di preservare il patrimonio artistico, storico e architettonico e di valorizzare le peculiarità delle città oasi del centro e sud del Marocco, anche di migliorare le condizioni socioeconomiche della città di Figuig, sfruttando le opportunità offerte dal turismo attività.

In questo senso, il nuovo centro sarà interpretato come un luogo che rappresenta un punto di incontro tra comunità e generazioni diverse, dove può svilupparsi la creatività, la riscoperta delle arti e dei saperi tradizionali e la consapevolezza dell’io storico e cultural heritage città. di Figuig e lo spazio oasi in generale.Il centro sarà anche fulcro e punto di partenza per la scoperta della città, superando il concetto di tradizionale polo fieristico un favore di un sistema integrato con una rete di percorsi e vaste esperienze capaci di raccontare la ricchezza e la complessità del territorio sahariano- sistema oasi . Questa iniziativa si concentra anche sul restauro di edifici esistenti come la sinagoga Ksar Loudaghir e la casa del residente francese Jean Bariel costruita nel 1916, che farà parte degli spazi del centro dati la sua posizione vicino al terreno riservato al DAR AL WAHAT progetto. andando oltre il concetto di tradizionale polo fieristico a favore di un sistema integrato con una rete di percorsi ed esperienze estese in grado di raccontare la ricchezza e la complessità del sistema città-oasi sahariano.

Questa iniziativa si concentra anche sul restauro di edifici esistenti come la sinagoga Ksar Loudaghir e la casa del residente francese Jean Bariel costruita nel 1916, che farà parte degli spazi del centro dati la sua posizione vicino al terreno riservato al DAR AL WAHAT progetto. andando oltre il concetto di tradizionale polo fieristico a favore di un sistema integrato con una rete di percorsi ed esperienze estese in grado di raccontare la ricchezza e la complessità del sistema città-oasi sahariano. Questa iniziativa si concentra anche sul restauro di edifici esistenti come la sinagoga Ksar Loudaghir e la casa del residente francese Jean Bariel costruita nel 1916, che farà parte degli spazi del centro dati la sua posizione vicino al terreno riservato al progetto DAR AL WAHAT.

Tra i partner che hanno aderito a questo ambizioso progetto:

  • Scuola nazionale di architettura di Oujda (ENAOujda)
  • Marocco. – L’Università di Firenze – Italia.
  • L’Università di Cagliari – Italia.
  • L’Istituto Italiano di Cultura in Marocco.
  • L’associazione Figuig regala e bambino.
  • E altre organizzazioni e studi di architettura italiani e marocchini.
    Altri partner se uniranno all’idea dati la sua rilevanza e importanza per la regione di Figuig.

 

Per maggiori informazioni: mydesigncompetition.com

SETTEMBRE 2021
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26