Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

12 – 18 ottobre 2021

Piano verde Comune di Firenze

La Nazione (ma il tema è affrontato anche da altri quotidiani) parla il 17 ottobre del piano dell’assessore Cecilia Del Re: “Riflettori puntati – si legge – sul centro storico di Firenze alla Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia. In particolare su come riconnettere la parte più antica della città con la residenza. Partendo stavolta dalle piazze minori, quelle che i cittadini sentono più vicine. L’idea è di intervenire con nuovo verde e nuovi arredi, magari realizzati con materiali di recupero. E l’ispirazione arriva dal ‘kintsugi’, la tecnica giapponese in cui si usa l’oro liquido per riattaccare i cocci rotti. Ieri a illustrare il piano a Venezia è stata l’assessore all’Urbanistica, ambiente e Piano di gestione Unesco Cecilia Del Re nel corso del dibattito sulle piazze minori nel centro storico di Firenze. (…) Il piano è da due milioni di euro. Le prime piazze individuate per questo tipo di intervento sono piazza della Calza, piazza Salvemini, piazza del Crocifisso, piazza Santa Caterina d’Alessandria, ma anche largo Annigoni, piazza dell’Unità, piazza del Giglio, piazza San Paolino, piazza Santa Cecilia, piazza dei Peruzzi, piazza Demidoff e piazza de’ Donati”.

 

Fi-Pi-Li

Repubblica del 18 ottobre parla della Fi-Pi-Li: “Riaprirà all’alba di domani – si legge – a quattro corsie il tratto della Firenze-Pisa-Livorno tra Lastra a Signa e Ginestra Fiorentina ristretto da mesi dai cantieri e perennemente invaso dalle code e dal traffico rallentato. ‘Con una settimana di anticipo sui tempi preventivati riapriamo interamente la superstrada’, spiega Dario Nardella nella sua veste di sindaco della Città metropolitana. ‘Sono stati mesi difficili, nei quali ci siamo assunti tutte le responsabilità di agire per l’esecuzione dei lavori di somma urgenza prima e quelli ordinari poi’. (…). Per i lavori urgenti alla frana, sono state previste la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Lastra a Signa e Ginestra (in direzione mare) per il riposizionamento dei new jersey sul cordolo centrale, dalle 22 di ieri alle 6 di oggi, e la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Ginestra e Lastra (in direzione Firenze) dalle 22 di oggi alle 6 di domani”.

 

5G

Su Repubblica del 12 ottobre parla del programma del Comune di Firenze: “Garantire – si legge – la massima tutela ambientale, paesaggistica e della cittadinanza rispetto all’installazione di impianti radio trasmissivi (tra cui le antenne per il 5G), assicurando al tempo stesso una razionale pianificazione della rete e la copertura del servizio. Sono gli obiettivi del Programma comunale degli impianti radio trasmissivi e del primo Regolamento del Comune di Firenze per l’installazione e il controllo degli impianti radioelettrici che contiene norme più restrittive e tutelanti rispetto alla normativa nazionale e che ieri ha avuto il via libera dal Consiglio comunale. (…) Gli impianti di radiodiffusione radiotelevisivi saranno posti per lo più in zone non edificate; nelle aree di interesse storico, monumentale, architettonico e paesaggistico ambientale, la loro installazione sarà consentita con soluzioni da mitigare l’impatto visivo; sarà vietata su ospedali, case di cura e di riposo, scuole, asili nido, carceri. E sarà tenuto conto dei 18 punti di Belvedere”.

 

Stadio Franchi

Su La Nazione del 14 ottobre si parla del restyling dello stadio Artemio Franchi: “Ogni progetto – si legge – è stato valutato, analizzato e confrontato, tenendo conto tutti i punti di vista, da quelli estetici a quelli urbanistici. Poi, dopo tre giorni di ‘conclave’, da trentuno ne sono rimasti otto. Il destino dello stadio Artemio Franchi uscirà da uno di questi elaborati, che la commissione incaricata ha scelto, o meglio, ha finito di scegliere ieri sera. Dopo aver studiato gli elaborati ognuno per conto proprio, gli esperti si sono dati appuntamento in videocall. E poi, da lunedì scorso, si sono ritrovati a Firenze per una discussione in presenza. Prima della ‘reclusione’ nell’aula magna del complesso di Santa Maria Novella, hanno effettuato un ultimo sopralluogo allo stadio progettato dall’ingegner Pier Luigi Nervi, nell’area di Campo di Marte. La commissione è tornata quindi in Santa Maria Novella per rivedere tutti i 31 progetti e passare alle valutazioni finali. Il lavoro è stato intenso anche per lo staff dell’amministrazione comunale. Nelle settimane scorse la segreteria tecnica composta da 14 tecnici di Palazzo Vecchio ha controllato ogni singolo progetto, sempre rigorosamente anonimo e con codici cifrati, per verificare la rispondenza alle prescrizioni. Per ogni singolo progetto sono state prodotte nove pagine di check delle prescrizioni, passate quindi alla giuria. A ciascuno dei 31 progetti ogni commissario ha attribuito nove criteri di valutazione. A questo punto è stato un software a mettere insieme il punteggio e produrre la lista finale con gli otto progetti ammessi alle fasi successive”.

 

Tramvia Firenze

Si legge su Repubblica del 14 ottobre: “Sono ripresi, dopo due mesi di stop, anche se dove era possibile sono andati avanti durante tutto questo periodo, i lavori di Publiacqua in piazza della Libertà per la cosiddetta ‘Autostrada delle acque’, bloccati a metà agosto scorso dalla sovrintendenza per il ritrovamento di una struttura muraria proprio dove era previsto il passaggio della tubatura dell’acqua. Sono ripresi e dureranno per poco, visto che il cantiere si chiuderà il 25 ottobre. (….) La viabilità nella zona di piazza della Libertà dovrebbe avere dei sensibili miglioramenti, anche se rimarrà così com’è attualmente”.

 

Sant’Orsola

Il Corriere Fiorentino del 15 ottobre si concentra su Sant’Orsola: “Vanno avanti – si legge – i lavori finanziati dalla Città metropolitana di Firenze per rifare le facciate e le coperture dell’ex convento di Sant’Orsola. Ieri c’è stato il sopralluogo del sindaco Nardella secondo cui la nuova vita dell’ex monastero rappresenterà ‘il fulcro della riqualificazione di San Lorenzo’. (…) In attesa del passaggio di consegne tra Città Metropolitana ed il gruppo francese Artea, che investirà 30 milioni di euro per la ristrutturazione e la valorizzazione del complesso, proseguono i lavori di competenza della Metrocittà”.

 

Finanziamenti europei per Comune di Firenze

Scrive Repubblica il 16 ottobre. ‘Spendere bene e presto’. E’ l’obiettivo del sindaco Dario Nardella per gli oltre 80 milioni di finanziamenti Next Generation Eu su Fondi React-Eu dell’Unione Europea assegnati a Firenze e che dovranno essere spesi entro la fine del 2023. (…). L’area di competenza con i maggiori investimenti è quella del verde e dell’economia circolare, con 43,6 milioni, per realizzare interventi per l’efficienza energetica di scuole, impianti sportivi, uffici” (…) Per trasporti e infrastrutture i milioni sono 14,8, per il digitale 8,6 milioni mentre a sporti, giovani, cultura e sociale andranno 7,9 milioni.

DICEMBRE 2021
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10
  • 11
  • 12