Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
Articolo / Rassegna Stampa

22 – 28 novembre 2022

Scudo Verde Firenze

Su La Nazione del 23 novembre si trovano le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella a proposito dello Scudo Verde, il sistema di 81 porte telematiche che serve a ridurre l’inquinamento. “Prima di tutto vorrei tranquillizzare quel milione e passa tra residenti e pendolari del territorio che lo Scudo non entrerà in vigore prima del 2024. All’inizio riguarderà mezzi pesanti e bus turistici. Nel frattempo cominceremo il confronto con le associazioni di categorie e con i sindaci dell’area metropolitana per stabilire insieme le modalità di utilizzo”. Sarà vietato entrare “a tutti i mezzi inquinanti catalogati fino agi euro 4 diesel. Oltre ci muoveremo in accordo con le norme regionali. Per i pendolari ci sarà una rete di parcheggi scambiatori con 6000 nuovi posti auto proprio collegati allo scudo: 350 a Ponte a Greve, 450 nel viale Europa, 350 a Bagno a Ripooli, 400 a Rovezzano, 1500 nel viale Guidoni, 2500 al Campo di Marte”.

 

Loggia Isozaki

Sul Corriere Fiorentino del 26 novembre si legge: “Un’ora di colloquio amichevole costruttivo e utile, una prima presa di contatto di questioni importanti per Firenze. Poche parole alla fine dell’incontro a Roma di ieri tra il neo ministro alla cultura Gennaro Sangiuliano e il sindaco di Firenze Dario Nardella, sceso nella capitale per illustrare al ministro il suo progetto di legge ‘salva centri storici’ e non solo. Un incontro preliminare, da cui non attese decisioni o finanziamenti, ma che mostra che alcune prospettive sono cambiate. A partire dalla Loggia di Isozaki, che forse non si farà”.

 

Ponte al Pino Firenze

Su Repubblica del 23 novembre si legge: “Intanto stop ai mezzi pesanti. Ma tra due anni preparatevi alla sostituzione totale della struttura. Comincia un periodo piuttosto complicato per la circolazione sul Ponte al Pino. Le indagini periodiche effettuate nelle scorse settimane dalle Ferrovie, proprietarie della struttura, confermano la necessità di un cambio radicale del ponte che scavalca la ferrovia, risalente all’800, ma per la prima volta evidenziano anche l’esigenze di porre serie, immediate, limitazioni alla circolazione per evitare problemi. Ne consegue che da metà dicembre cambia la viabilità nella zona. Per il traffico grana in arrivo. E anche per il bus sarà una rivoluzione. Cosa accadrà di preciso? Sul Ponte al Pino sarà limitato il transito dei mezzi superiori alle 3,5 tonnellate, con deroga per i bus del servizio di linea cittadino. La richiesta arriva da Rfi”.

 

Carico e scarico merci Firenze

Su Repubblica del 25 novembre si legge: “Entro Natale vedremo i primi segnali della rivoluzione del sistema di carico e scarico in centro, ora assediato dai furgoni, mentre a loro volta i corrieri lamentano la difficoltà a consegnare. Il primo esperimento sarà intorno al Duomo per esempio in via Vecchietti, via Cerretani, via Panzani dove, in concomitanza con l’inizio della trasformazione delle strisce per le soste dei residenti da bianche a gialle, verranno disegnati per strada e muniti di cartellonistica i nuovi spazi (o stalli) per i furgoni del carico e scarico. Prima di Natale la doppia operazione sarà terminata, prevede l’assessore alla mobilità di Palazzo Vecchio, Stefano Giorgetti che ha annunciato l’operazione piazzole intelligenti ieri, nel corso del convegno ‘Quale logistica nella Firenze che cambia?’, in sala d’Arme, presente anche il sindaco Dario Nardella”.

FEBBRAIO 2023
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 30
  • 31
  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05