Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
corso /

Architettura per l’archeologia – archeologia per l’architettura

10 novembre 2010

 

cantieri progetti ed allestimenti in aree archeologiche. Anno accademico 2010/2011. Scad. Iscr. :15/12.

Il Master si propone di realizzare un percorso formativo finalizzato alla creazione di linguaggio comune fra architettura ed archeologia, al fine di realizzare un migliore coordinamento in campo professionale fra laureati in archeologia e laureati in architettura. Le interazioni fra le due professioni vengono infatti accentuate dalle più recenti normative che riguardano le valutazioni preventive di interesse archeologico nei progetti di interesse pubblico. I laureati in architettura che abbiano frequentato il Master acquisiranno competenze specifiche nell’ambito dei Beni Archeologici, che troveranno applicazione nei seguenti indirizzi:

1. nel campo della pianificazione urbanistica e paesistica, la preparazione sulle metodologie di indagine archeologica urbana e territoriale sia a larga scala, sia sui singoli siti o complessi monumentali, nonché la conoscenza dei principali sistemi informatici di gestione dei dati, permetteranno loro di coniugare, fin dalle prime fasi dell’analisi, la tutela del patrimonio archeologico con la pianificazione territoriale, anche alla luce degli indirizzi e della normativa nazionale europea ed internazionale;

2. nel campo della progettazione di infrastrutture in aree ad alto rischio archeologico (metropolitane, parcheggi, strade, ferrovie, ecc.), la conoscenza delle problematiche archeologiche affinerà le loro capacità di intervento sia in relazione all’organizzazione degli spazi, basata su una rigorosa interpretazione archeologica, sia in termini di comunicazione didattico-scientifica.

3. Analogamente, negli interventi finalizzati alla fruizione e alla valorizzazione di siti archeologici (allestimenti, servizi, apprestamenti per la didattica), la formazione di carattere archeologico preparerà specificamente i laureati in architettura ad una progettazione “cosciente” di allestimenti di carattere archeologico e di spazi museali, armonizzando le scelte progettuali relative al contenitore con il contenuto archeologico. All’interno di questi percorsi particolare attenzione sarà prestata alle ricostruzioni “virtuali” con il duplice scopo di verificare le ipotesi ricostruttive e di intervenire in termini non irreversibili sulla percezione del passato.

 

Master architettura e archeologia.pdf

http://www.uniroma1.it/studenti/laureati/master/bandi/12413.pdf

APRILE 2017
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30