Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze
corso / Professione

Vulnerabilità sismica di edifici in cemento armato – 8 cfp

25 - 28 ottobre 2016
ore 9:00

La riduzione del rischio sismico di un territorio urbanizzato passa attraverso almeno tre principali fattori, quali: la classificazione sismica del territorio sulla base di mappe aggiornate di pericolosità sismica e dei terreni; la normativa tecnica aggiornata con il progresso scientifico e rivolta soprattutto agli interventi sulle costruzioni esistenti; le valutazioni e le analisi di vulnerabilità sismica attendibili e specifiche per le diverse tipologie di strutture; la consapevolezza dei professionisti nelle attività quotidiane di progettazione e direzione lavori ed in quelle straordinarie di agibilità sismica a valle di un evento.
Gli argomenti citati, saranno affrontati in più corsi, di breve durata ed avendo come finalità i due principali obiettivi della progettazione, dell’agibilità e della valutazione preventiva di vulnerabilità.
La vulnerabilità sismica di una costruzione può essere definita, in termini complessivi, come la sua suscettibilità ad essere danneggiata da un terremoto atteso per quel sito.
Con questo corso si illustrano, ai progettisti che intendono affrontare la progettazione, gli aspetti principali del comportamento sismico degli edifici in cemento armato (ordinari, prefabbricati) dai quali sono derivati molteplici metodi speditivi ed analitici per la valutazione della vulnerabilità sismica (schede GNDT/CNR, Aedes, DPC, LLPP, NTC08).
La valutazione della vulnerabilità sismica costituisce altresì il presupposto per la redazione di strumenti tecnici da tempo in discussione, quali il fascicolo del fabbricato o lo schema di classificazione sismica degli edifici in relazione ai danni attesi.
Il corso è tenuto da esperti del settore e vede la collaborazione con la Regione Toscana – Settore Sismica-, l’Università di Architettura di Firenze ed il Laboratorio Sigma con la disponibilità del Collegio degli Ingegneri della Toscana.
Tra gli argomenti anche una illustrazione dei metodi di indagine diagnostica sugli edifici in cemento armato che verrà tenuta presso il Laboratorio Sigma.

Quota di iscrizione

€ 97,60 (80 euro + IVA)

Per le Pubbliche Amministrazioni, se esenti iva, quota iscrizione € 80; nel caso in cui non fosse possibile effettuare il pagamento anticipato, sarà necessario allegare all’iscrizione la determina/autorizzazione di impegno di spesa da parte dell’Ente

Periodo di svolgimento

26 ottobre 2016 orario 9 – 13

28 ottobre 2016 orario 14 – 18

Sedi

26 ottobre presso la Fondazione Architetti Firenze

c/o Palazzina Reale, Piazza Stazione 50 – Firenze

28 ottobre presso il Laboratorio Ufficiale Prove e Materiali SIGMA Via Piero Gobetti n.8 – 50133 Capalle – Campi Bisenzio (FI) 055.8985519 – Aula formazione del Comitato regionale degli ingegneri

Frequenza
La frequenza al corso è obbligatoria con firma in ingresso e in uscita
Previsto rilascio dei crediti formativi validi ai fini dell’assolvimento dell’obbligo formativo solo frequentando almeno l’80% delle ore totali.

Modalità iscrizione
La nuova procedura di iscrizione ai corsi consente all’utente di inserire la propria domanda con un sistema interattivo totalmente on line.

Modalità di pagamento:

Il pagamento della quota di iscrizione dovrà essere effettuato tramite carta di credito o bonifico bancario intestato a Fondazione Architetti Firenze sulla Banca Cooperativa di Cambiano Agenzia 12 Firenze – Talenti IBAN IT 12 M 08425 02800 000030887251 (Causale: nome_cognome_COD_437).

Copia del versamento dovrà essere inoltrata entro le ore 24 dello stesso giorno di iscrizione alla mail formazione@fondazionearchitettifirenze.it (pena perdita dell’iscrizione)

Si ricorda che le iscrizioni sono protocollate secondo l’ordine di arrivo ai nostri uffici dell’attestazione di pagamento.

Scadenza iscrizioni
19 ottobre 2016

Per iscriversi cliccare qui

Attivazione – rinunce

Coloro che non rientreranno tra i primi 50 iscritti potranno ricevere il rimborso della quota.

Nel caso in cui un partecipante rinunci a prendere parte ad un corso, costui ha diritto alla restituzione dell’importo già pagato solo nel caso in cui vengano rispettati determinati termini di rinuncia. La rinuncia deve venire effettuata per iscritto a mezzo fax o e-mail entro 72 ore dalla data dell’inizio corso. Eventuali disdette telefoniche non saranno prese in considerazione. Oltre questo termine fino al giorno precedente la data di inizio corso, verrà trattenuto il 30% (più IVA) della quota già versata emettendo regolare fattura. A corso già avviato non è previsto rimborso della quota versata.
Qualora il corso non fosse attivato per motivi legati alla disponibilità dei docenti o al mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, la FAF si riserva di comunicare in qualsiasi momento, l’annullamento e/o lo spostamento delle date delle singole lezioni o dell’intero corso.
Qualora il corso subisse variazioni per motivi legati alla disponibilità dei docenti, la FAF si riserva di comunicare in qualsiasi momento, l’annullamento e/o lo spostamento delle date delle singole lezioni o dell’intero corso.

GIUGNO 2017
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 01
  • 02