Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze

commissione professione

MISSIONE:
Dopo l’analisi e la diffusione delle novità introdotte dall’ultima riforma delle professioni, l’intento della Commissione è quello di contribuire ad impostare in forme più contemporanee la figura professionale dell’architetto, mantenendo chiari e fermi i principi etici di riferimento e con la volontà di cercare e studiare strumenti di supporto operativo per i colleghi giovani e meno giovani. L’analisi si è rivolta ai rapporti con le amministrazioni e con i committenti. È stata elaborata una scheda di feedback che si può riempire sul sito dell’Ordine ed un Vademecum orientativo sul percorso progettuale di un intervento. La difficoltà che oggi caratterizza il nostro mestiere offre uno stimolo a cercare soluzioni innovative per il futuro e ad individuare degli elementi di ausilio per orientarsi nell’attività professionale. Partendo dalla “gabbia” del contesto normativo e dell’iter burocratico, si sta descrivendo il quadro delle responsabilità e degli obblighi che l’esercizio professionale impone, per poter produrre un documento articolato per temi che supporti il collega nella gestione del rapporto col committente e si ponga, analogamente, come elemento informativo o di conferma per il cittadino che intenda conoscere la complessità dell’iter che conduce dal progetto all’esecuzione di un’opera.

CONSIGLIERE REFERENTE: Antonio Bugatti, Mario Perini, Marzia Magrini

COMPONENTI DELLA COMMISSIONE: Margalit Linor, Ramos Pereira Vera Lucia, De Simone Giuseppe, Juarez Andrea Barbara Susana, Andreoli Neri, Lorini Lucia, Kazazi Besnik, Nicola Chirdo, Gianfranco Giordo.

COORDINATORE: Gianni Bondesan

SEDE E GIORNO DI RIUNIONE: Palazzina Reale, piazza della Stazione 50 – 50123 Firenze.

ATTIVITÀ: La commissione Professione ha dato un nuovo inzio ai lavori a novembre 2013, dopo l’insediamento del nuovo Consiglio dell’Ordine, per allargare le tematiche di interesse, sempre volte alla riqualificazione della figura professionale dell’Architetto e ad un miglioramento dei suoi rapporti con le istituzioni.
A tal fine, ha cominciato lavorando ad un documento, sotto forma di modello scaricabile dal nostro sito, utile a raccogliere i feedback positivi o negativi dei colleghi sui vari uffici di enti di varia natura con cui ci si confronta per esercitare la professione ed individuare eventuali criticità da sottoporre poi al Consiglio perché attivi iniziative conseguenti ed è in corso di “trasposizione” grafica.
Sta lavorando ad un “vademecum” che sintetizza l’attività precipua dell’Architetto a partire dalle scelte progettuali, fino alla gestione delle complesse procedure edilizie ed alla conduzione degli interventi, individuando obblighi e responsabilità di merito.
La volontà è di illustrare l’articolazione del processo progettuale prima ed edilizio poi, per dovere di trasparenza verso la comunità e per costituire un potenziale supporto per chi accede alla Professione. La declinazione di tale lavoro si intende per diverse scale di lettura ed è in corso di definizione.
Il primo “assaggio” è stato esposto durante la manifestazione organizzata con Klimahaus alla stazione Leopolda a marzo 2014, con un roll-up presente allo stand dell’Ordine messo a punto graficamente insieme alla commissione Comunicazione.
Altro tema complesso è “Inarcassa”, lo studio delle problematiche emerse dopo la recente riforma previdenziale, con l’intento di sollevare la soglia dell’attenzione su tale argomento, poiché incide in modo consistente sull’esercizio professionale ed è fondamentale che i colleghi ne siano correttamente informati.
Attraverso una collega della commissione, di origine brasiliana, stiamo lavorando ad un protocollo di intesa tra l’ordine Architetti di Firenze e il CAU-SP, il Consiglio nazionale Architetti di San Paolo del Brasile, per attivare uno scambio culturale e professionale tra i colleghi dei due Paesi, con l’auspicio di produrre l’innesco di fattive, future collaborazioni.
L’ultimo fronte operativo, ma non per ordine di importanza, è la costruenda collaborazione con la commissione Nomine sulle Competenze, per cui il Consiglio si è reso disponibile a promuovere, previa puntuale verifica delle segnalazioni che arriveranno sul tema, specifiche azioni legali purché ne riconosca i presupposti.

 

Leggi il Vademecum: obblighi e adempimenti tra architetto e committente

GENNAIO 2021
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31