Sito istituzionale dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Firenze

Organismo di Mediazione degli Architetti

O.M.A. Organismo di Mediazione degli Architetti iscritto al n°847 del Registro degli Organismi deputati alla gestione delle conciliazioni presso il Ministero della Giustizia

 

*Apertura sportello informativo di mediazione:

I mediatori dell’OMA sono disponibili presso la sede dell’Ordine degli Architetti nei mese di ottobre e novembre 2018, il venerdì (26/10, 9/11, 16/11 e 23/11) dalle ore 12.00 alle 14.00 per fornire informazioni sul servizio di mediazione.

 

Perché un Organismo degli Architetti:

La normativa vigente in materia, in particolare il Decreto Legislativo n°28/2010 all’art.19, conferisce agli Ordini Professionali la possibilità di costituire al loro interno, previa autorizzazione del Ministero della giustizia, un organismo di conciliazione, per le materie riservate alle proprie competenze professionali.

Il Consiglio dell’Ordine ha ritenuto opportuno investire energia nella formazione del proprio organismo tecnico, tramite un gruppo di studio che fin dal 2010 si impegna nel progetto di mediazione; questa opportunità riveste particolare importanza per l’attuale periodo storico in cui ci troviamo ad operare e nello stesso tempo per completare ed inquadrare nella giusta ottica di professionalità la figura dell’architetto moderno.

 

Cos’è la mediazione?

La mediazione è uno strumento alternativo per la risoluzione delle controversie. Le caratteristiche principali del procedimento sono l’informalità, la celerità e la riservatezza; l’incontro di mediazione si svolge alla presenza delle parti e di un “terzo neutrale” ovvero il mediatore.

Il mediatore è una figura professionale formata dotata di competenza specifica, non è un giudice né un arbitro per cui non assume decisioni e deve essere imparziale, neutrale indipendente; il mediatore ha il compito di aiutare le parti a trovare un accordo soddisfacente per entrambe.

La mediazione è un procedimento volontario, i cui veri protagonisti sono le parti; a seguito del primo incontro, queste ultime decidono liberamente se aderire alla procedura e quando interromperla, anche qualora l’accordo non sia stato raggiunto.

In caso di mancata adesione della parte chiamata o di mancato avvio del procedimento di mediazione vero e proprio, il primo incontro è gratuito, ad eccezione dei diritti di Segreteria (40 € + Iva per liti di valore fino a 250.000 € e 80 € + Iva per quelle di valore superiore).

Ai sensi degli artt. 2 e 4 del Decreto Legislativo n°28/2010, chiunque può richiedere la mediazione per la conciliazione di controversie civili e commerciali vertenti su diritti disponibili.

L’Organismo di mediazione degli architetti ha partecipato al Progetto Nausicaa dell’Osservatorio sulla Giustizia Civile del Tribunale di Firenze che mira a promuovere la cultura della mediazione ed in particolare a sperimentare la conciliazione delegata. Secondo l’art. 5 del Decreto Legislativo n°28/2010 al comma 2 “il giudice, anche in sede d’appello, valutata la natura della causa, lo stato dell’istruzione, e il comportamento delle parti, può invitare le parti con ordinanza a procedere alla mediazione. L’invito deve essere rivolto alle parti prima dell’udienza di precisazione delle conclusioni ovvero, quando tale udienza non è prevista, prima della discussione della causa”.

 

 

 

Sede

Piazza Stazione 50 – 50123 FIRENZE

 

Orari

Gli uffici di Segreteria sono aperti al pubblico nei giorni di:

Lunedì – Giovedì- Venerdì

dalle ore 10.30 alle ore 13.00

Mercoledì

dalle ore 15.30 alle ore 18.00

 

Contatti

OTTOBRE 2018
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28